Go to Top

Moca

Oggetto: Moca per materiale ad uso alimentare

CHE COSA SIGNIFICA ALLINEAMENTO ALLE DISPOSIZIONI MOCA

L’applicazione delle disposizioni MOCA è dedicata a tutti i produttori di materiali ed oggetti che entrano a contatto con gli alimenti. Essa rappresenta l’allineamento alle disposizioni previste che tutta la filiera degli operatori che interagiscono per realizzare un prodotto, sia conforme a quanto stabilito.

Obbligo nel nostro caso specifico, di una tipografia, è quello di far valutare da un laboratorio terzo, eventuali rilasci di sostanze tossiche da parte dei materiali prodotti (tipo le tovagliette per i ristoranti).

MOCA E LA LEGISLAZIONE VIGENTE

Si definiscono MOCA – Materiali e Oggetti a Contatto con gli Alimenti tutti quei manufatti:

  • che sono destinati ad essere messi a contatto con prodotti alimentari;
  • che sono già a contatto con prodotti alimentari e sono destinati a questo fine;
  • che si prevede possano essere messi a contatto con prodotti alimentari o possano trasferire i propri componenti ai prodotti alimentari nelle normali condizioni d’impiego.

Sotto la definizione MOCA rientrano molteplici e differenti prodotti che sono ampiamente regolamentati a livello nazionale ed europeo anche se, ad oggi, non esiste un unico corpus legislativo armonizzato.

LEGISLAZIONE VIGENTE E MULTE
Ai sensi dell’art.16 del Reg. 1935/2004, le misure specifiche di cui all’articolo 5 dello stesso Regolamento prevedono che i materiali e gli oggetti cui esse si riferiscono siano corredati di una dichiarazione scritta che attesti la loro conformità alle norme vigenti.
Una documentazione appropriata deve essere disponibile per dimostrare tale conformità e deve essere resa disponibile alle autorità competenti che la richiedano.
Analogo obbligo è previsto per l’utilizzazione, in sede di produzione o commercio degli alimenti, di MOCA, che è subordinata all’accertamento della loro conformità alle norme vigenti nonché della idoneità tecnologica allo scopo cui sono destinati. (art. 7, D.M. 21 marzo 1973). Pertanto, l’impresa dovrà essere fornita della dichiarazione di conformità rilasciata dal produttore, ed essere sempre in grado di consentire all’autorità sanitaria di identificare il fornitore o il produttore dell’oggetto impiegato

Oggi la maggior parte dei ristoratori è convinto che i propri prodotti siano conformi a tale legislazione, semplicemente perché il venditore gli assicura che esse sono su carta di origine alimentare. Questo. È fondamentalmente inesatto in quanto dovrebbero essere stampati con inchiostri alimentari, con una macchina da stampa che ha subito il complesso procedimento di “sanificazione” e, non ultimo, che i prodotti siano stati verificati da un laboratorio che non rilascino sostanze in fase di utilizzo, soprattutto a contatto con cose umide (come la forchetta usata).

Grafiche MDM ha prodotto diverse tovagliette e astucci per la propria clientela, seguendo il disciplinare preposto e le ha fatte verificare da un laboratorio, il quale ne garantisce il risultato.