Go to Top

La plastificatura SOFT TOUCH

Diversi studi, hanno dimostrato che i consumatori sono più propensi all’acquisto se prima hanno avuto modo di toccare l’oggetto.

Ad esempio nell’acquisto di cosmetici, studi di settore, hanno rilevato che l’81% degli intervistati prende in mano la confezione prima di acquistare e più del 50% dichiara che un prodotto di qualità medio alta deve avere un packaging che al tatto dia la sensazione di “costoso”.

Il packaging tattile che suscita una reazione rende il brand più facilmente riconoscibile, incrementando la spinta all’acquisto.

In questo contesto s’inserisce la plastificazione SOFT TOUCH, un tipo di finitura in grado di rendere il prodotto finito estremamente elegante con quella sensazione vellutata che riesce a trasmettere a chi la tocca.

Questo tipo di plastificazione serve, come le altre, a proteggere tutti quegli stampati progettati per essere usati intensamente e maneggiati a lungo.

La pellicola SOFT TOUCH è composta da un film di polipropilene rivestito con uno speciale COATING POLIURETANICO che gli conferisce la particolare sensazione di morbidezza al tatto e maggiore resistenza ai graffi.

Il particolare effetto opaco vellutato (non presente nei tradizionali tipi di plastificatura) è paragonabile alla buccia di pesca.

L’uso degli effetti tattili nel packaging è molto cresciuto in questi anni, perché sanno dare emozioni molto intense al cervello, in particolare la plastificazione SOFT TOUCH ha dimostrato di saper attivare particolari neuroni che provocano piacere, facendo aumentare come dicevamo all’inizio, la propensione all’acquisto in seguito alla gratificazione tattile.

Grafiche MDM
Ufficio Commerciale

Lascia un commento