Go to Top

Stampa ibrida

Ibridare significa incrociare un animale o una pianta con una o più razze o specie differenti, allo scopo di ottenere una nuova varietà.

Oggi il termine ha assunto accezioni più ampie si pensi per esempio alle auto che sfruttano la potenza del motore a scoppio e di un motore elettrico nell’ipotesi di migliorarne le prestazioni o parte di esse (ottenere minor inquinamento piuttosto che minor consumo).

Inizialmente, nell’industria grafica, la parola ibrido si riferiva agli inchiostri capaci di coniugare due effetti chimici: essiccare per ossidazione come gli inchiostri convenzionali e reticolare come gli inchiostri UV.

Oggi il termine assume un significato più ampio fino a indicare linee di produzione che supportano tecniche di stampa diverse.

Gli inchiostri ibridi hanno, in molte occasioni, risolto il problema della compatibilità tra inchiostri convenzionali e verniciatura UV in linea; esempio garantire la massima resa qualitativa degli inchiostri UV, in presenza delle soluzioni di bagnatura utilizzate nella stampa offset piuttosto che poter stampare su materiali scarsamente assorbenti piuttosto che su carte colorate.

In questi ultimi due casi, con la tecnica tradizionale sarebbe necessario stampare un “prime” cioè una base capace successivamente alla asciugatura della stessa, di poter essere stampata offset.

Grazie alla stampa “ibrida” le due stampe avvengono “praticamente insieme”, con una considerevole riduzione dei tempi di produzione.

La finitura ibrida è un processo di finitura che rientra sempre più spesso nelle nobilitazioni, atta al raggiungimento di effetti particolari, in quanto piu conveniente rispetto a lavorazioni fuori linea (cioè con altri tipi di lavorazioni) conveniente, versatile e di altissima qualità.

Il processo, prevede che i macchinari siano dotati sia di tecnologia UV, che di essiccatoi IR, termoventilati e UV.

È una tecnica che può quindi essere utilizzata in sostituzione della verniciatura serigrafica uv, capace di raggiungere effetti molto simili a costi più contenuti in quanto permette di arricchire graficamente gli stampati con i contrasti matt-gloss e granulato-gloss.

In parole povere, il metodo ibrido consente di creare effetti in linea straordinari e versatili senza gli svantaggi della doppia verniciatura e senza doversi cimentare con i problemi della stampa puramente UV.

Grafiche MDM SRL
Ufficio Commerciale

Lascia un commento